In Cosa Credo

“Il modo in cui vivo la mia professione è un paradosso: io vorrei essere inutile, io trionfo quando il mio lavoro di affiancamento diventa inutile. Quando cioè, le risorse delle persone bastano e avanzano ad affrontare i nodi, i passaggi scabrosi e faticosi della vita.” (cit. I. Bernardini) – Essere una psicologa per me significa questo: dare una mano a rimettersi in carreggiata, aiutare a vedere dentro di sé e dentro le proprie relazioni le risorse di cui si ha bisogno, convincere che c’è sempre un’altra possibilità e che si può sempre concedersi di sentirsi all’altezza. Per questo amo il mio lavoro: mi permette di vedere difficoltà che piano piano lasciano spazio ad altri modi di vedere e di stare bene.

Credo che tutti debbano avere la possibilità di stare bene con sé stessi e con gli altri. Credo che tutti abbiano le risorse per sentirsi meglio anche nei momenti di crisi. Credo che dare ascolto e vedere le persone per quello che sono, dia loro dignità e modi per vedersi in modo diverso. Credo che, a volte, se non si sta bene o qualcosa non va, si debba avere il coraggio e la voglia di cercare aiuto.

Credo che crescere, a volte, possa essere difficile; che lungo il percorso si possano trovare degli intoppi, degli ostacoli, qualcosa di difficile da affrontare. Credo che in certi momenti, di fronte a certe decisioni o a certe situazioni, ci si possa trovare spiazzati. Credo che avere una valvola di sfogo, un ascolto dedicato, uno spazio in cui mettere ordine ai pensieri possa essere una grande spinta ad andare avanti.

Credo che trovare qualcuno con cui condividere la vita non sia semplice. Credo che in una coppia ci possano essere momenti di incomprensione, momenti di stallo, momenti in cui l’abitudine ha il sopravvento e si perde di vista il progetto comune che ci si era prospettati. Credo che, se si ritiene sia la strada giusta, si possa rimettersi in gioco e riscoprirsi complici.

Credo che, in altri casi, il tempo e i cambiamenti possano portare a non riconoscersi più nelle scelte di vita fatte in precedenza. Credo che, comunque, anche quando l’amore finisce, sia possibile dare un senso all’accaduto e andare avanti con serenità, verso nuove prospettive, con nuove potenzialità.

Credo che essere genitori sia un mestiere meraviglioso, ma altrettanto difficile. Credo che dare la possibilità ad ogni bambino di crescere in un ambiente sereno, permetta un domani di vivere in un mondo con persone più serene. Credo che per aiutare un bambino, sia importante prendersi cura anche dei suoi genitori, delle loro preoccupazioni e delle difficoltà che educare un altro essere umano implica.

arcobaleno

Credo che dopo ogni bufera ci sia un arcobaleno e una strada per ripartire col sorriso… E credo che, ogni tanto, sia importante avere qualcuno che dà una mano a vedere quell’arcobaleno che magari ci rimane dietro le spalle e che fatichiamo a vedere se non ci viene indicato come voltare lo sguardo.

 

 

Annunci